Il Palio di Ribusa, evento medievale nell’affascinante borgo di Stilo in Calabria

Have you ever heard the word Palio? Do you know what it means? If you know it for the Palio of Siena, you must know that it describes an horse race but it literally means “embroided tapestry given as a prize”. In its earliest use, the word Palio referred to the prize for the race’s winner; from there it came to refer to the entire joust. Well, in this blogpost I’ll give you some information about The Palio of Ribusa, an historical reenactment that is held each year in Stilo, Calabria.
 Palio di Ribusa. 

Palio di Ribusa. 

Quando si parla di Palio, inutile dirlo, la prima cosa che viene in mente è Siena, la corsa a cavallo in Piazza del Campo e la competizione tra le Contrade. Ma se quella della cittadina toscana è la giostra cavalleresca più famosa d’Italia, altre decine di rievocazioni medievali culminanti in gare e giochi vengono messe in scena da nord a sud dello Stivale. Se vi piace il genere, queste manifestazioni costituiscono delle occasioni perfette per conoscere borghi e tradizioni di tante Regioni italiane.


GLOSSARIO

glossario1.jpg
 Giochi equestri del Palio di Ribusa

Giochi equestri del Palio di Ribusa

Da oltre vent’anni in Calabria, nel piccolo ma caratteristico borgo di Stilo (a ragione inserito nel circuito de “I Borghi più belli d’Italia”) si rinnova la prima domenica di agosto la tradizione del Palio di Ribusa, una competizione che affonda le sue radici nel 1600. A quell’epoca, la corsa a cavallo si svolgeva il 22 aprile, in omaggio a San Giorgio che ancora oggi è il Santo protettore della cittadina, e costituiva la cerimonia di apertura dell’omonima Fiera. La Fiera di Ribusa era un'antica esposizione annuale per il commercio agricolo e di bestiame che prende il nome da quello di un feudo, “Ribusa” appunto, che letteralmente vuol dire “pieno di rovi”. Era un momento importante della vita di contadini, allevatori e mercanti della Contea di Stilo e dei suoi Casali in quanto consentiva la compravendita o il baratto di qualsiasi tipo di mercanzia al di fuori delle imposizioni dei feudatari.

glossario2.jpg

Oggi il mercato rivive scenograficamente nelle viuzze del borgo dove è possibile trovare, durante i giorni della rievocazione storica, botteghe e banchetti che vendono piccoli prodotti di artigianato e preparazioni della gastronomia locale (polpette di melanzane, arancini, frittelle di vari tipi, salsicce, ecc.). L’atmosfera storica si può respirare nei vari angoli del borgo sia per la suggestione dei vicoli illuminati dalle torce sia per gli spettacoli di saltimbanchi, giocolieri e fachiri che li affollano.

 Veduta di Stilo dall'alto

Veduta di Stilo dall'alto

Il Palio si svolge nell’unica struttura moderna di questo piccolo paese arroccato al Monte Consolino ed è il momento conclusivo di una manifestazione che comincia al tramonto e mette insieme una parata in costumi d’epoca, giochi equestri, spettacoli di fuoco, esibizioni di sbandieratori e falconieri. Per contrastare l’afa, ottima è la granita di limone venduta in tutti i bar del borgo.

glossario 3.jpg

La Giostra dell’Anello vede contrapporsi i rappresentanti di Stilo con quelli degli antichi Casali della Contea e cioè Camini, Guardavalle, Pazzano, Riace e Stignano. La festa non si conclude comunque qui, ma prosegue fino alla mezzanotte per i vicoli e le piazzette del borgo con la messinscena di altri spettacoli ed esibizioni e la possibilità di indugiare nei banchetti dei cartomanti o vedere da vicino falchi, barbagianni e serpenti protagonisti del precedente corteo storico. Da non perdere lo spettacolo teatrale con fiamme, luci e musiche, interpretato dai trampolieri nelle fasi finali della serata in Piazza San Giovanni. Questo piccolo tuffo nel passato si conclude con uno spettacolo pirotecnico dalla Rocca

Se vuoi saperne di più, consulta il programma ufficiale qui.